Blog

Solfuro di piombo

  |   Chimica, Chimica Generale

Il solfuro di piombo è un composto inorganico con la formula chimica PbS in cui il piombo ha il numero di ossidazione +2 che è il più stabile.

È presente nella galena che è il minerale da cui si ottiene il piombo.

Sul pianeta Venere sembra che questo composto cristallizzato ricada sulla sua superficie così come nulla Terra nevica

Se ciò fosse dimostrato sarebbe la prima volta che la sostanza viene identificata su un pianeta estraneo alla Terra.

Solubilità

Il solfuro di piombo è un sale che ha un prodotto di solubilità pari a 3 ·10–28.

Si dissocia secondo l’equilibrio eterogeneo:

PbS(s) ⇄ Pb2+(aq) + S2-(aq)

L’espressione del prodotto di solubilità è:
Kps = [Pb2+][S2-]

Detta x la solubilità molare all’equilibrio si ha:

[Pb2+] = x

[S2-]= x

Sostituendo nell’espressione del Kps:

Kps = (x)(x) =  x2

Da cui x  = √3 ·10–28 = 2 · 10-14 mol/L

Si tenga conto che ha solubilità del solfuro di piombo è influenzata dal pH in quanto lo ione S2- è la base coniugata di HS.

Proprietà

Il solfuro di piombo (II) è un solido cristallino nero e solubile a caldo in acido nitrico grazie all’azione ossidante di quest’ultimo che converte S2- in zolfo elementare:

3 PbS + 2 NO3 + 8 H+ → 3 Pb2+ + 3 S + 2 NO + 4 H2O

Nella reazione di ossidoriduzione lo zolfo passa da numero di ossidazione -2 a zero e l’azoto da +5 a +2.

Cristallizza secondo un reticolo cubico a facce centrate analogamente al cloruro di sodio.

Sintesi

Stante la sua scarsa solubilità può essere ottenuto tramite una reazione di precipitazione facendo reagire un sale solubile del piombo con un solfuro solubile:

PbCl2 + Na2S → PbS + 2 NaCl

Reazioni

Reagisce con:

PbS + 4 O3 → PbSO4 + 4 O2

PbS + 2 HCl → PbCl2 + H2S

PbS + 4 H2O2 → PbSO4 + 4 H2O

2 PbS + 3 O2 → 2 PbO + 2 SO2

Usi

È  stato utilizzato per molti anni come fonte di piombo. Il metodo principale consiste nella reazione con l’ossigeno da cui si ottiene ossido di piombo. Quest’ultimo è ridotto a piombo a seguito della reazione con carbonio:

PbO + C → Pb + CO

È utilizzato come semiconduttore e fotoconduttore per le sue proprietà chimiche e come pigmento nero. Negli ultimi anni è stato utilizzato per ottenere nanoparticelle da utilizzare in dispositivi elettronici o elettrici.