Sarin

“Ho provato la sensazione che il mio cuore bruciasse”. Questa è la triste testimonianza di un superstite degli ordigni al Sarin lanciati a Damasco il 21 agosto 2013.

Il Sarin è un gas nervino impiegato con effetti devastanti nella metropolitana di Tokyo nel 1995 che provocò 12 morti e oltre 6000 intossicati.

Il Sarin è un organofosfato sintetizzato per la prima volta nel 1938 presso la IG Farben da chimici tedeschi nell’ambito delle loro ricerche sui pesticidi e prende il nome dai suoi scopritori Schrader, Ambros, Rüdiger, e Van der Linde.

Il sarin detto anche GB è una delle sostanze chimiche più pericolose e tossiche conosciute sebbene poco persistente nell’ambiente. E’ 500 volte più letale del cianuro e bastano solo 0.55 mg/Kg per provocare la morte: l’intossicazione può avvenire non solo per inalazione ma anche per contatto cutaneo e quindi l’uso di una maschera antigas si può rivelare insufficiente.

E’ un gas incolore e inodore ed estremamente volatile e si diffonde quindi rapidamente nell’aria avente formula (CH3)2CHO]CH3P(O)F e struttura

sarin

La molecola è chirale in quanto sono presenti quattro diversi sostituenti legati al fosforo e viene sintetizzato e commercializzato sotto forma di miscela racemica.

Viene ottenuto dalla reazione tra il difluoruro metilfosfonico e l’isopropanolo:

sarin

Come la maggior parte degli agenti nervini costituiti da esteri organofosforici il sarin inibisce l’azione dell’enzima acetilcolinesterasi a livello delle sinapsi colinergiche del sistema nervoso grazie a un processo di alchifosforilazione. L’inattivazione determina un accumulo di acetilcolina che in un primo momento stimola la neurotrasmissione e dopo la inibisce.  L’accumulo di acetilcolina causa dapprima crampi fino a portare al collasso muscolare e alla morte.

Gli antidoti che vengono utilizzati sono l’atropina che contrasta gli effetti dell’acetilcolina non più distrutta dall’enzima inibito dal nervino limitando gli effetti dell’avvelenamento e l’obidossima che agisce sul complesso estere organofosforico-acetilcolinesterasi rompendone il legame con conseguente riattivazione della acetilcolinesterasi, che può di nuovo svolgere la sua normale funzione.

Il sarin come molte armi di distruzione di massa sono state messe al bando dalla Convenzione sulle armi chimiche del 1993.

L’auspicio è che una sostanza come il sarin scoperta nella ricerca sui pesticidi, sostanze destinate a fin di bene per preservare i raccolti, non venga mai più usata dall’uomo per uccidere un suo fratello.

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On