Blog

Rodocrosite

  |   Chimica, Chimica Generale

La rodocrosite è un minerale costituito da carbonato di manganese (II) e quindi appartenente al gruppo della calcite.

Nel 1815 il mineralogista tedesco Johann Friedrich Ludwig Hausmann attribuì questo nome al minerale dal greco ρόδον (rosa) e da χρώσις (colore) in allusione al suo colore.

Diffusione

Si trova comunemente nelle vene minerali formate a temperature moderate, nei depositi metamorfici ad alta temperatura e nei depositi sedimentari insieme a vari ossidi di manganese.

È spesso associata a depositi d’argento e in alcune miniere di argento è presente come sottoprodotto. È largamente diffusa ma in piccole quantità e i cristalli non si presentano abitualmente ben formati.

Miniere degne di nota si trovano in Argentina Sud Africa, Perù, Montana, Russia, Romania, Spagna, Cina, Gabon, Messico e Giappone. La più famosa è la Sweet Home Mine, vicino ad Alma, in Colorado che fu aperta nel 1873 come miniera di argento

Proprietà

La rodocrosite ha una composizione chimica variabile infatti  il manganese è spesso sostituito da ferro, magnesio o calcio ed è quindi rappresentabile con la formula (Mn,Fe,Mg,Ca)CO3

Ha il suo tipico colore rosa dovuto manganese, ma poiché il minerale ha una composizione chimica variabile, il suo colore può variare dal rosa chiaro al rosso brillante e può anche diventare grigiastro, giallastro o brunastro al variare della composizione chimica.

Queste sostituzioni alterano anche il peso specifico, la durezza e il colore del minerale. Ha una durezza, nella scala di Mohs da 3.5 a 4 e un peso specifico da 3.5 a 3.7

Usi

È utilizzata principalmente come pietra preziosa tuttavia, a causa della sua scarsa durezza, è usata in orecchini, spille e ciondoli. Se ne evita l’uso in anelli o bracciali che sono maggiormente soggetti agli urti