Reattivo di Schweizer

Il reattivo di Schweizer fu preparato nel 1857 dal chimico svizzero Matthias Eduard Schweizer e fa parte della famiglia dei solventi utilizzabili per la dissoluzione e rigenerazione della cellulosa.

Il reattivo di Schweizer ovvero il complesso tetramminadiaquorame (II) idrossido viene ottenuto facendo precipitare idrossido di rame (II) da una soluzione acquosa di solfato di rame usando idrossido di sodio secondo la reazione:

CuSO4(aq) + 2 NaOH(aq) → Cu(OH)2(s) + Na2SO4(aq)

Dopo aver filtrato e lavato il precipitato esso viene trattato con una soluzione di ammoniaca con formazione del complesso secondo la reazione:

Cu(OH)2 + 4 NH3 + 2 H2O → [Cu(NH3)4(H2O)2](OH)2

Il reattivo di Schweizer costituì un importante punto di partenza per lo sviluppo dell’industria tessile per quanto attiene le fibre artificiali a partire dalla cellulosa che costituisce la materia prima maggiormente impiegata per la produzione di tali fibre.

La cellulosa presenta elevata insolubilità nei solventi più comuni per la presenza di legame a idrogenointramolecolari e intermolecolari; la reazione con il reattivo di Schweizer porta alla sua solubilizzazione a causa della formazione di legami a idrogeno diversi con conseguente variazione della solubilità.

Reattivo di Schweizer

Con questo processo si sono ottenute fibre artificiali tra cui il rayon.

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On