Processi fisici esotermici ed endotermici

Quando avviene un processo fisico esso è spesso accompagnato da un trasferimento di energia. Secondo il principio di conservazione dell’energia la quantità totale di energia dell’Universo viene conservata.

Per Universo si intende il sistema ovvero la quantità di materia o la regione di spazio oggetto di studio e l’ambiente ovvero la massa o la regione fuori dal sistema.

Durante la maggior parte dei processi l’energia viene scambiata tra il sistema e l’ambiente e se il sistema perde energia questa viene guadagnata dall’ambiente mentre se il sistema perde energia essa viene data dall’ambiente.

Un processo fisico è endotermico se il calore viene assorbito dal sistema a spese dell’ambiente mentre se il processo è esotermico viene rilasciata energia dal sistema che viene guadagnata dall’ambiente.

Esempi di processi fisici sono i passaggi di stato a cui è correlata una variazione di entalpia.

Tra i processi endotermici vi è la fusione. Si consideri infatti il processo secondo il quale il ghiaccio, assorbendo energia sotto forma di calore, passa allo stato liquido e conseguentemente ΔH > 0:

H2O(s) → H2O(l)

Analogamente l’ebollizione è un processo endotermico in cui l’acqua allo stato liquido, assorbendo energia sotto forma di calore passa allo stato di vapore:

H2O(l) → H2O(g)

Un altro esempio di processo endotermico è la sublimazione ovvero il passaggio dallo stato solido allo stato aeriforme che, a pressione atmosferica, è tipico di alcune sostanze come il biossido di carbonio, lo iodio e la naftalina:

CO2(s) → CO2(g)

Un altro esempio di processo endotermico è l’allontanamento dell’acqua di idratazione da un sale idrato:

CuSO4∙ 5 H2O → CuSO4+ 5 H2O

I processi esotermici per i quali ΔH < 0 sono condensazione, solidificazione e brinamento.

Author: Chimicamo

Share This Post On