Blog

Capacità ossidanti dei non metalli- chimicamo

Non metalli: capacità ossidanti

  |   Chimica, Chimica Generale

I non metalli hanno la tendenza ad acquistare elettroni e pertanto si comportano da ossidanti: il loro potere ossidante aumenta all’aumentare dell’elettronegatività.

Periodicità e capacità ossidanti

Poiché l’elettronegatività diminuisce dall’alto verso il basso lungo un gruppo tra gli alogeni il più forte ossidante è il fluoro e il meno ossidante è lo iodio.

Il fluoro che è l’elemento più elettronegativo tra tutti è il più forte ossidante; esso infatti è in grado di ossidare l’ossigeno presente nell’acqua secondo la reazione:

F2(g) + 2 H2O(l) → 3 HF (aq) + O2(g)

Il cloro che nell’ambito degli alogeno  è il più elettronegativo dopo il fluoro ossida sia lo ione bromuro che lo ione cloruro secondo le reazioni:

Cl2(g) + 2 Br(aq) → 2 Cl(aq) + Br2(l)

Cl2(g) + 2 I(aq) → 2 Cl(aq) + I2(s)

Mentre il bromo riesce a ossidare lo ione ioduro:

Br2(l) + 2 I(aq) → 2 Br(aq) + I2(s)

Gli alogenuri possono essere ossidati da opportuni agenti ossidanti secondo la semireazione:

2 X→ X2 + 2 e

Agenti ossidanti tra cui KMnO4 e K2Cr2O7 ossidano Cl, Br e I rispettivamente a Cl2, Br2 e I2 ma non riescono a ossidare lo ione F che è il più forte tra gli ossidanti pertanto per ottenere F2 bisogna procedere per via elettrochimica.

Gli anioni monoatomici dei non-metalli e le loro forme protonate abitualmente esibiscono il loro numero di ossidazione più basso così ad esempio il cloro che ha numeri di ossidazione -1, +1, +3, +5 e +7 quando è presente come ione Cl ovvero nella sua forma protonata HCl ha numero di ossidazione pari a -1 che è il numero di ossidazione più basso che ha il cloro.

A seconda delle loro proprietà i non metalli possono essere suddivisi in due categorie:

1)      Non metalli che hanno un’elettronegatività maggiore di 2.8

2)      Non metalli che hanno un’elettronegatività compresa tra 1.9 e 2.8

I primi sono ottimi agenti ossidanti infatti il fluoro molecolare deve essere conservato in contenitori di nichel o di rame che danno luogo al fenomeno della passivazione in quanto si ricoprono di un sottile film mentre gli altri metalli vengono facilmente ossidati dal fluoro che tende spontaneamente a trasformarsi in F.

L’ossigeno molecolare O2 è un forte agente ossidante ma le reazioni avvengono con una velocità molto bassa.

Alla seconda categoria appartengono non metalli che  vengono raramente usati quali ossidanti.

Reazioni

I non metalli partecipano ad alcune reazioni di sintesi: molti non metalli infatti reagiscono con i metalli per dar luogo alla formazione di composti ionici la cui formula può essere determinata dalla carica del catione e da quella dell’anione.

Ad esempio dalla reazione tra alluminio e bromo si ottiene un composto la cui formula può essere prevista tenendo conto del fatto che l’alluminio ha carica +3 e il bromo ha carica -1 pertanto la formula è AlBr3. La reazione non bilanciata è:

Al + Br2 → AlBr3

Pur essendo una reazione di ossidoriduzione essa può essere facilmente bilanciata anche “a vista” tenendo conto che a sinistra di sono due atomi di bromo e a destra ve ne sono tre quindi a sinistra si mette il coefficiente 3 davanti a Br2 e a destra il coefficiente 2 davanti a AlBr3. L’alluminio viene quindi bilanciato di conseguenza ottenendosi:

2 Al + 3 Br2 → 2 AlBr3

In una reazione di sintesi molti non metalli possono reagire con non metalli più reattivi con formazione di un composto covalente:

S8(s) + 8 O2(g) → 8 SO2(g)

Alcuni ossidi di non metalli possono decomporsi per riscaldamento in una reazione di ossidoriduzione:

2 Cl2O5(g) → 2 Cl2(g) + 5 O2(g)

mentre altri ossidi di non metalli come il pentossido di diazoto si decompongono in una reazione di ossidoriduzione in un elemento e in un composto:

2 N2O5(g) → O2(g) + 4 NO2(g)

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org