Blog

Nitrito di sodio-chimicamo

Nitrito di sodio

  |   Chimica, Chimica Generale

Il nitrito di sodio è un sale inorganico costituito dallo ione sodio e dallo ione nitrito ed ha formula NaNO2.

È il più importante dei nitriti stante il suo vasto campo di applicazioni e come reagente nell’ambito delle sintesi organiche

Proprietà

Il nitrito di sodio si presenta come un solido cristallino bianco giallastro solubile in acqua moderatamente solubile in metanolo e etanolo, scarsamente solubile in etere etilico.

In presenza di aria si ossida lentamente a nitrato.

Quando viene riscaldato fino alla temperatura di decomposizione di 330°C emette fumi tossici di ossido di azoto.

Le soluzioni di nitrito di sodio sono poco stabili e devono essere preparate prima dell’uso.

Sintesi

Il nitrito di sodio può essere ottenuto attraverso diverse vie sintetiche facendo reagire:

NaNO3 + Pb → NaNO2 + PbO

NaNO3 + CaSO3 → NaNO2 + CaSO4

NaNO3 + C + 2 NaOH → 2 NaNO2 +  Na2CO3 + H2O

  • nitrato di sodio con carbone e idrossido di calcio:

NaNO3 + C +  Ca(OH)2 → 2 NaNO2 +  CaCO3 + H2O

Quest’ultimo metodo è preferito al precedente in quanto il carbonato di calcio precipita e può essere facilmente allontanato

  • ossido di azoto (III) e idrossido di sodio:

N2O3 + 2 NaOH → 2 NaNO2 +  H2O

Reazioni

Il nitrito di sodio a 330°C dà luogo a una reazione di decomposizione termica con formazione di ossido di sodio, monossido di azoto e biossido di azoto secondo una reazione di disproporzione:

  • 2 NaNO2 → Na2O + NO + NO2

Il nitrito di sodio in presenza di acido solforico dà luogo alla formazione di acido nitroso:

2 NaNO2 + H2SO4 → 2 HNO2 + Na2SO4

Il nitrito di sodio viene largamente utilizzato nelle reazioni organiche come nella nitrosazione delle ammine primarie aromatiche per ottenere sali di diazonio.

Usi

È prioritariamente utilizzato con la sigla E250 come conservante alimentare nei prodotti a base di carne in quanto inibisce la crescita di microrganismi e l’ossidazione dei lipidi e conferisce maggior gusto e colore alla carne.

A causa della sua tossicità la concentrazione massima consentita di nitriti nei prodotti a base di carne è di 200 ppm.

È  inoltre utilizzato nella produzione di coloranti azoici, nitrocomposti e altri composti organici, nella tintura e nella stampa di tessuti tessili come inibitore della corrosione.

Il nitrito di sodio viene inoltre utilizzato, unitamente al tiosolfato di sodio come antidoto nell’avvelenamento da cianuro

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi