Blog

Itterbio - chimicamo

Itterbio

  |   Chimica, Chimica Generale

L’itterbio è un elemento appartenente alla serie dei lantanidi con configurazione elettronica [Xe] 4f14,6s2 che si trova, unitamente ad altri elementi delle terre rare in minerali quali monazite, euxenite e xenotime

Storia

L’itterbio fu isolato nel 1878 dal chimico svizzero Jean Charles Galissard de Marignac all’Università di Ginevra.

Nel 1843 dai minerali furono ottenuti l’erbio e il terbio e nel 1878 de Marignac separò l’itterbio dall’erbio riscaldando il nitrato di erbio fino alla decomposizione, quindi estrasse il residuo con acqua e ottenne due ossidi: uno rosso che era ossido di erbio e uno bianco che sapeva doveva essere l’ossido di un nuovo elemento che chiamò itterbio e nel 1907 si comprese che la sostanza conteneva anche il lutezio.

Solo nel 1953 si riuscì ad ottenere un campione puro del metallo.

Proprietà

È un metallo tenero, duttile, malleabile con una superficie lucida e brillante. Si ossida lentamente all’aria, ricoprendosi di ossido  che forma uno strato superficiale protettivo che passiva il metallo. È più reattivo degli altri lantanidi e presenta numeri di ossidazione +1, +2 e + 3 sebbene quest’ultimo sia il numero di ossidazione più stabile.

Reazioni

Reagisce con:

  • acqua per dare idrossido di itterbio e idrogeno:

2 Yb(s) + 6 H2O(l) → 2 Yb(OH)3(aq) +3 H2(g)

  • ossigeno per dare l’ossido di itterbio:

4 Yb(s) + 3 O2(g) → 2 Yb2O3(s)

2 Yb(s) + 3 X2(g)→ 2 YbX3(s)

2 Yb(s) + 3 H2SO4(aq)→ Yb2(SO4)3(aq) + 3 H2(g)

Una soluzione ammoniacale di itterbio reagisce con complessi metallo carbonili per dare i corrispondenti carbonilmetallati.

Usi

L’itterbio viene utilizzato:

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi