Blog

Idrossido di calcio - chimicamo

Idrossido di calcio

  |   Chimica, Chimica Generale

L’idrossido di calcio noto anche con il nome di calce spenta o calce idrata è una sostanza inorganica con formula Ca(OH)2.

Si presenta sotto forma di polvere cristallina bianca o incolore scarsamente solubile in acqua e la sua solubilità diminuisce all’aumentare della temperatura. Ad esempio la solubilità a 0°C è di 1.89 g/L mentre a 20°C è di 1.73 g/L.

Proprietà

L’idrossido di calcio è un composto ionico in cui è presente lo ione Ca2+ e due ioni OH.

In natura si trova nel minerale portlandite e, come gli idrossidi metallici assume una struttura polimerica stratificata in cui sono presenti legami a idrogeno.

Si dissocia secondo l’equilibrio:

Ca(OH)2(s) ⇄ Ca2+(aq) + 2 OH(aq)

regolato da un prodotto di solubilità pari a 5.5 · 10-6.

Per effetto dello ione in comune la solubilità dell’idrossido di calcio aumenta a valori acidi di pH mentre in ambiente alcalino la sua solubilità diminuisce.

L’idrossido di calcio è solubile in glicerolo e negli acidi e le sue soluzioni acquose sature aventi carattere basico sono dette acqua di calce.

Ad una temperatura di 512 °C dà luogo ad una reazione di decomposizione termica per dare ossido di calcio noto come calce viva e acqua secondo la reazione:

Ca(OH)2(s) → CaO(s) + CO2(g)

Sintesi

In laboratorio può essere preparato per precipitazione tramite una reazione di doppio scambio tra una soluzione di cloruro di calcio e una di idrossido di sodio:

CaCl2(aq)+ 2 NaOH(aq)→ Ca(OH)2(s) + 2 NaCl(aq)

A livello industriale può essere ottenuto dalla reazione, detta di spegnimento della calce, altamente esotermica, tra l’ossido di calcio detto calce viva e acqua:

CaO(s) + H2O(l) → Ca(OH)2(s)

Reazioni

L’idrossido di calcio reagisce con:

Ca(OH)2(s) + CO2(g)→ CaCO3(s) + H2O(l)

Ca(OH)2(s) + H2SO4(aq) → CaSO4(s) + 2 H2O(l)

e acqua

Ca(OH)2(s) + H2O2(aq) → CaO2(s) + H2O(l)

Usi

L’idrossido di calcio viene utilizzato:

  • per allontanare particelle sospese nell’acqua in quanto agisce da flocculante
  • in campo odontoiatrico nel trattamento delle perforazioni della radice e nelle fratture radicolari e ha un ruolo in traumatologia dentale
  • in campo edile miscelato con pozzolana e malta per ottenere malte e intonaci
  • nell’industria alimentare quale modificatore di pH
  • nel settore conciario per rimuovere i peli dalle pelli animali
  • come additivo per lubrificanti per migliorarne la viscosità

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi