Blog

Galena

  |   Chimica, Chimica Generale

La galena è un minerale costituito da solfuro di piombo PbS ed è conosciuta fin dal 3000 a.C.

È il principale minerale di piombo ed è estratta da un gran numero di giacimenti in molti paesi. È costituita da ioni Pb2+ e S2- disposti secondo un reticolo cubico. Questa struttura fa sì che i cristalli di galena abbiano una forma cubica e che il minerale si rompa nelle tre direzioni ad angolo retto.

Diffusione

È un minerale molto diffuso e i più grandi depositi si trovano negli Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Germania, in Messico  e nella Repubblica Ceca.

Proprietà

Ha un colore argenteo e una lucentezza metallica brillante ma, a seguito di esposizione all’aria, diventa opaca.

A causa della presenza del piombo, il minerale ha un peso specifico elevato che va da 7.4 a 7.6.

La galena è morbida e ha una durezza nella scala di Mohs di 2.5

Alcuni esemplari di galena contengono una piccola percentuale di argento in peso e sono chiamate galene argentifere. In essi, l’argento può sostituire il piombo, oppure può trovarsi in minuscoli granelli inclusi nella minerale. Oltre all’argento, la galena può contenere quantità minori di antimonio, arsenico, bismuto, cadmio, rame e zinco mentre  il selenio può sostituire lo zolfo.

La galena si può trasformare in anglesite, cerussite, piromorfite.

La neve su Venere

Per molti anni vi è stato un dibattito sulla natura della neve metallica che ricopre le montagne del pianeta Venere. Nel 2004, i ricercatori della Washington University di St. Louis hanno fornito prove plausibili che i vulcani emettono gas surriscaldati nell’atmosfera costituiti da solfuro di piombo e di bismuto.

Ad altitudini più alte, dove la temperatura si abbassa, questi vapori condensano, ricoprendo le cime dei monti simulando così le innevate montagne terrestri.

Usi

È usata principalmente per l’ottenimento del piombo e, se contiene anche argento, per l’estrazione del metallo.

Già gli antichi Greci e Romani riuscirono a separare l’argento dal piombo circa 2000 anni fa. Su molti dei lingotti di piombo nell’antica Roma vi era l’incisione “Ex Arg” o “Ex Argent” per indicare che l’argento era stato rimosso dal piombo