Fuochi pirotecnici e danni ambientali

Da sempre i fuochi d’artificio hanno coinvolto gli spettatori di tutte le età creando una magica atmosfera dal fascino irresistibile.

In molte città del mondo da Dubai a Copacabana, da Mosca a Sidney ci si appresta a vivere il fantasmagorico e sfavillante scenario provocato dall’effetto di luci e bagliori che colorano il cielo.

Non dovrebbe meravigliare che l’effetto di queste esibizioni innescate dall’accensione della polvere da sparo produca un inquinamento ambientale che persiste per giorni e che si propaga fino a raggiungere le città più vicine e i corsi d’acqua contribuendo alla contaminazione delle risorse idriche. Da studi effettuati si è rilevato un aumento del 42% del particolato in zone in cui sono stati esplosi i fuochi d’artificio.

Oltre che disorientare gli animali che spesso fuggono terrorizzati dai luoghi in cui dimorano vagando nel buio e spesso schiantandosi contro gli ostacoli che si frappongono alla loro corsa i fuochi pirotecnici producono polvere, fumo e un aumento dei PM10.

I fuochi d’artificio possono inoltre contenere alcuni metalli come piombo e rame dannosi non solo per l’ambiente ma anche per l’uomo.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On