Disolfuro dinitruro

Il disolfuro dinitruro è un composto eterociclico inorganico con formula N2S2 e costituito da atomi di zolfo e azoto alternati che formano una struttura ad anello a 4 membri che è praticamente quadrata e planare. 

Proprietà

Il disolfuro dinitruro è un solido cristallino incolore che tende a sublimare, poco solubile in acqua ma solubile in etere etilico in cui lo zolfo ha numero di ossidazione +3.

Le lunghezze di legame zolfo-azoto, determinate attraverso diffrazione di raggi X sono di 165.1 e 165.7 pm, l’angolo di legame S-N-S è di 90.4° mentre l’angolo di legame N-S-N è di 89.9°.

Sintesi

Il disolfuro dinitruro viene ottenuto a partire dal tetrasolfuro tetranitruro che viene fatto reagire ad elevata temperatura e alla pressione di 1 mm Hg su lana metallica di argento.

La reazione avviene in due stadi:

  • Nel primo stadio si ha una decomposizione termica del tetrasolfuro tetranitruro che, in presenza di argento, dà luogo alla formazione di solfuro di argento e azoto:

N4S4 + 8 Ag → 4 Ag2S +2 N2

  • Nel secondo stadio il solfuro di argento formatosi catalizza la reazione del tetrasolfuro tetranitruro in disolfuro dinitruro:

N4S4 → 2 N2S2

Reazioni

È sensibile agli urti e si decompone in modo esplosivo oltre i 30°C secondo la reazione endotermica:

4 N2S2 → 4 N2 + S8

L’energia della reazione è fornita dalla differenza di energia tra i prodotti, sono altamente stabili, e il disolfuro dinitruro

Il disolfuro dinitruro a seguito di pirolisi dà luogo alla formazione di un polimero conduttore (SN)x

Usi

Il disolfuro dinitruro reagisce con acidi di Lewis per dare addotti.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On