Controllo cinetico e termodinamico a confronto

In una reazione chimica i reagenti vengono convertiti in prodotti attraverso un processo che può essere descritto dal meccanismo attraverso il quale avviene la reazione.

Nel corso della reazione si rompono determinati legami, si forma almeno un intermedio di reazione che ha un’energia maggiore rispetto a quella dei reagenti detta energia di attivazione, ed infine si formano i prodotti.

La velocità della reazione determina in quanto tempo la reazione raggiunge lo stato di equilibrio.

La differenza tra l’energia dei prodotti e quella dei reagenti rappresenta la variazione di energia libera ΔG° che è correlata alla costante di equilibrio K secondo l’equazione ΔG° = – RT ln K

Se ΔG° è minore di zero il prodotto è termodinamicamente più stabile dei reagenti e la reazione viene detta esoergonica mentre se ΔG° è maggiore di zero il prodotto è termodinamicamente meno stabile dei reagenti e la reazione viene detta endoergonica.

La differenza tra l’energia dei reagenti e quella dell’intermedio a maggiore energia è detta energia di attivazione: se l’energia di attivazione è elevata la reazione avviene lentamente mentre se tale valore è piccolo avviene rapidamente.

In una reazione spontanea la variazione di energia libera deve essere minore di zero dove

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On