Cloruro di cianogeno

Cloruro di cianogeno

Il cloruro di cianogeno è una molecola lineare avente formula N≡CCl in cui è presente un triplo legame azoto-carbonio in cui quest’ultimo è ibridato sp.

È un composto inorganico che si presenta allo stato gassoso a temperatura ambiente con un odore pungente e irritante solubile in acqua, etanolo e etere etilico.

Proprietà

Il cloruro di cianogeno fu preparato per la prima volta dal chimico francese Claude Louis Berthollet nel 1802. Come molti composti contenenti il gruppo cianuro viene considerato uno pseudoalogeno. È una sostanza tossica, irrita gravemente gli occhi, la pelle e il tratto respiratorio e produce gravi effetti interferendo con l’utilizzo dell’ossigeno a livello cellulare.

Fu usato come arma chimica nel corso della Grande Guerra e denominato Mauguinite dai Francesi.

Il cloruro di cianogeno e la triclorammina NCl3 sono sottoprodotti della disinfezione nelle piscine clorurate

Sintesi

Il cloruro di cianogeno vie ottenuto facendo reagire cianuro di potassio con cloro secondo la reazione:

KCN + Cl2 → NCCl + KCl

La reazione viene condotta preparando una soluzione satura di cloro a 0°C e facendo gocciolare lentamente una soluzione fredda di cianuro di potassio fin quando non scompare il tipico colore giallo-verde del cloro

Reazioni

In presenza di idrossido di sodio il cloruro di cianogeno dà luogo alla formazione di cianato di sodio, cloruro di sodio e acqua:

NCCl + 2 NaOH → NaOCN + H2O + NaCl

Il cloruro di cianogeno in ambiente acido tende a trimerizzare per dare la 2,4,6-tricloro-1,3,5-triazina nota come cloruro cianurico precursore dell’erbicida atrazina

Idrolisi

  • A valori di pH neutri il cloruro di cianogeno idrolizza lentamente per dare ione cianato e ione cloruro:

NCCl + H2O → NCO + 2 H+ + Cl

NCCl + H2O → HOCN (HNCO) + HCl

NCCl + 2 H2O → CO2 + NH4Cl

  • Ossidazione catalitica. Il cloruro di cianogeno si ossida per dare biossido di carbonio, azoto e cloro:

2 NCCl + 2 O2 → 2 CO2 + N2 + Cl2

  • Clorazione alcalina

A causa dell’estrema tossicità del cianuro la sua rimozione dalle acque reflue industriali è stato uno dei primi processi di trattamento delle acque reflue industriali ad essere sviluppato e ampiamente utilizzato.

Il cianuro infatti è utilizzato come anione da associare ai metalli utilizzati nei bagni di placcatura metallica, poiché molti cianuri metallici sono solubili in acqua.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On