Blog

Cloruro di alluminio

  |   Chimica, Chimica Generale

Il cloruro di alluminio è un composto inorganico in cui il rapporto tra alluminio e cloro è di 1:3 e pertanto la formula è AlCl3. Nel composto sono presenti molecole di acqua di cristallizzazione il cui numero può variare da zero a 6.

Proprietà

Se è in forma anidra si presenta come una polvere da bianca a grigia con un odore pungente. È una sostanza igroscopica, solubile in acqua, benzene, tetracloruro di carbonio, cloroformio, benzofenone e nitrobenzene.

Nella molecola l’alluminio è ibridato sp2 e, non avendo doppietti elettronici disponibili, assume una geometria trigonale planare con angoli di 120° e pertanto, la molecola è apolare.

A seconda dello stato di aggregazione  si presenta sotto forma di strutture diverse: allo stato fuso e nella fase vapore infatti ha una struttura dimerica Al2Cl6.

Le sue soluzioni  sono acide in quanto è un acido di Lewis che  in acqua dà luogo alla formazione dello ione esaidrossoalluminio [Al(H2O)6]3+.

Tale ione idrato reagisce con l’acqua secondo l’equilibrio:

[Al(H2O)6]3+ + H2O  [Al(H2O)5(OH)]2++ H3O+  

La costante relativa a questo equilibrio è pari a 1.4∙ 10-5.

Sintesi

Il cloruro di alluminio può essere preparato attraverso diverse vie sintetiche:

Al + FeCl3→ AlCl3 + Fe

  • dalla reazione di scambio semplice tra alluminio e cloruro di rame (II)

2 Al + 3 CuCl2 → 2 AlCl3 +3 Cu

2 Al + 6 HCl → 2 AlCl3+ 3 H2

2 Al + 3 Cl2 → 2 AlCl3

Reazioni

Esso reagisce con

AlCl3 + 3 NH4OH → Al(OH)3+ 2 NH4Cl

AlCl3 + 3 NaOH → Al(OH)3+ 3 NaCl

2 AlCl3 + 3 Mg →2 Al + 3 MgCl2

  • l’acido solforico per dare solfato acido di alluminio e acido cloridrico

AlCl3 + 3H2SO4 → Al(HSO4)3 + 3HCl

Usi

Il cloruro di alluminio è utilizzato:

Il cloruro di alluminio esaidrato trovò impiego nei primi deodoranti dove veniva impiegato per i suoi effetti antitraspiranti.