Blog

Calcopirite

  |   Chimica, Chimica Generale

La calcopirite è un minerale contenente solfuro di ferro e rame che ha formula CuFeS2 in cui il rame ha numero di ossidazione +1 e il ferro +3

Si trova nella maggior parte dei giacimenti di minerali contenenti il solfuro ed è stato il più importante minerale per l’estrazione del rame per migliaia di anni fin dall’età del bronzo. I depositi più significativi sono di origine idrotermale ed è spesso associata a pirite, sfalerite, bornite, galena e calcocite.

La calcopirite funge da fonte di rame per molti depositi minerali secondari. Il rame  rimosso dalla calcopirite è trasportato e trasformato in minerali secondari sotto forma di solfuro, ossido o carbonato.

Molti depositi di malachite, azzurrite, covellite, calcocite e cuprite contengono traggono il rame da questo minerale.

Diffusione

È un minerale largamente diffuso e i giacimenti più grandi si trovano in Canada, Australia, Giappone,

Proprietà

Presenta lucentezza metallica e colore giallo ottone, ha un peso specifico tra 4.1 e 4.3 e una durezza, nella scala di Mohs tra 3.5 e 4.

È  fragile e presenta una striatura grigio verdastra e si distingue dalla pirite perché è molto più tenera. A contatto con gli agenti atmosferici la superficie della calcopirite perde la sua tipica lucentezza metallica. La colorazione gialla, inoltre, tende a divenire di colore grigio-verde opaco. In presenza di acidi si verifica un’iridescenza dal rosso al blu al viola.

Usi

L’uso maggiore del minerale è relativo all’estrazione del rame che può essere ottenuto dalla reazione con il biossido di silicio in presenza di ossigeno ad elevate temperature:

2 CuFeS2(s) +2 SiO2(s) +5 O2(g)→ 2 Cu(l) + 4 SO2(g) + 2 FeSiO3(l)

Tuttavia poiché può essere di tipo aurifero o argentifero, in cui oro e argento sostituiscono il rame, risulta particolarmente interessante per l’estrazione di questi metalli più nobili del rame.