Bicromato di ammonio

Il bicromato di ammonio ha formula (NH4)2Cr2O7 ed è un sale di colore arancione in cui il cromo presenta numero di ossidazione +6 come in tutti i cromati e bicromati.

E’ solubile in acqua e in etanolo ma insolubile in acetone e, come tutti i composti del cromo esavalente è tossico, cancerogeno, mutageno e pericoloso per l’ambiente.

Viene ottenuto dalla reazione tra l’ossido di cromo (VI) con una soluzione concentrata di idrossido di ammonio:

2 CrO3 + 2 NH4OH → (NH4)2Cr2O7  + H2O

Il bicromato di ammonio può essere ottenuto anche dalla reazione tra cromato di ammonio e acido acetico:

2 (NH4)2CrO4 + 2 CH3COOH → (NH4)2Cr2O7 + 2 CH3COONH4 + H2O

Come il nitrato di ammonio anche il bicromato di ammonio è termodinamicamente instabile ed è noto perché la sua combustione secondo la reazione esotermica:

(NH4)2Cr2O7 (s)→ Cr2O3(s) + N2(g) + 4 H2O(g)

ricorda un’eruzione vulcanica con produzione di scintille e la formazione di un grande volume di polvere di ossido di cromo (III) di colore verde ed emissione di gas.

Per questa sua caratteristica il bicromato di ammonio viene utilizzato nei fuochi d’artificio.

Il bicromato di ammonio è un forte agente ossidante e può essere utilizzato per l’ossidazione di ossidazione di alcoli e tioli

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On