Basi forti

Secondo Arrhenius le basi sono quelle sostanze capaci di liberare ioni OH in soluzione mentre secondo Brønsted-Lowry le basi sono accettori di protoni.

Le tipiche basi secondo Arrhenius sono costituite da un metallo legato a uno o più gruppi OH a seconda del numero di ossidazione del metallo come, ad esempio, NaOH, Mg(OH)2 e Al(OH)3.

Una base di Brønsted-Lowry  , dovendo essere in grado di accettare un protone, deve avere un atomo con un doppietto elettronico solitario attraverso il quale forma un legame dativo con lo ione H+ per formare il suo acido coniugato come, nel caso di NH3 che, agendo da base, grazie al doppietto elettronico solitario presente sull’azoto, accetta un protone e dà luogo alla formazione dello ione NH4+.

Come nel caso degli acidi si annoverano poche basi forti ovvero quelle basi che possono essere considerate dissociate al 100% quindi la concentrazione dello ione [OH-] è pari alla concentrazione della base se essa contiene un solo gruppo OH mentre, nel caso di basi del tipo M(OH)2 la concentrazione dello ione OH è il doppio rispetto a quella della base.

Una base forte ha una costante Kb molto elevata e, se è molto concentrata, ha un valore di pH maggiore di 14.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On