Blog

Allume-di-potassio-chimicamo

Allume di potassio

  |   Chimica Generale

L’allume di potassio, noto anche come allume di rocca, è un solfato metallico. È  costituito da ioni potassio, alluminio e solfato in rapporto di 1:1:2 e la sua formula è KAl(SO4)2. Si trova abitualmente in forma dodecaidrata KAl(SO4)2 ·12 H2O.

Proprietà

L’allume di potassio è un solido cristallino bianco, solubile in acqua e poco solubile in etanolo e acetone. Le sue soluzioni acquose sono acide a causa dell’idrolisi del solfato di alluminio.

Ha una temperatura di fusione di 92°C e a seguito di riscaldamento a circa 227 °C perde la sua acqua di idratazione rigonfiandosi:

KAl(SO4)2 ·12 H2O → KAl(SO4)2 +12 H2O

Per successivo riscaldamento si decompone in solfato di potassio, ossido di alluminio, anidride solforosa e ossigeno:

4 KAl(SO4)2 → 2 K2SO4 + 2 Al2O3 + 6 SO2 + 3 O2

Preparazione

L’allume di potassio era ottenuto dal minerale alunite ma attualmente è ottenuto solubilizzando una miscela equimolare di solfato di potassio e solfato di alluminio idrato in una piccola quantità di acqua contenente acido solforico. Si esegue successivamente una cristallizzazione e si separano i cristalli ottaedrici di allume di potassio:

K2SO4 + Al2(SO4)3· 18 H2O + 6 H2O → 2  KAl(SO4)2 ·12 H2O

Reazioni

L’allume di potassio in presenza di idrossido di ammonio dà luogo alla formazione di idrossido di alluminio, solfato di ammonio e idrossido di potassio:

KAl(SO4)2 ·12 H2O + 4 NH4OH → Al(OH)3 + 2 (NH4)2SO4 + KOH + 12 H2=

Esso in presenza di carbonato di sodio dà di solfato di sodio, solfato di potassio, idrossido di alluminio e biossido di carbonio:

2 KAl(SO4)2 ·12 H2O + 3 Na2CO3 → 2 Al(OH)3 + 3 Na2SO4 + K2SO4 + 3 CO2 + 21 H2O

In presenza di bicarbonato di sodio dà luogo alla formazione di solfato di sodio, solfato di potassio, idrossido di alluminio e biossido di carbonio:

2 KAl(SO4)2 ·12 H2O + 6 NaHCO3 → 2 Al(OH)3 + 3 Na2SO4 + K2SO4 + 6 CO2 + 24 H2O

Usi

L’allume di potassio viene usato:

  • per favorire la guarigione di piccole ferite
  • per alleviare il prurito provocato da punture di insetti
  • dopo la rasatura per coagulare piccoli tagli
  • nei pediluvi
  • come deodorante
  • in alcuni tipi di dentifrici
  • come componente acida in alcuni tipi di lievito
  • come componente in alcuni prodotti depilatori
  • per accelerare la guarigione di afte
  • per ridurre la sudorazione senza lasciare tracce o aloni
Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi