Blog

Allume di potassio

  |   Chimica Generale

L’allume di potassio, noto anche come allume di rocca, è un solfato metallico. È  costituito da ioni potassio, alluminio e solfato in rapporto di 1:1:2 e la sua formula è KAl(SO4)2. Si trova abitualmente in forma dodecaidrata KAl(SO4)2 ·12 H2O.

Proprietà

L’allume di potassio è un solido cristallino bianco, solubile in acqua e poco solubile in etanolo e acetone. Le sue soluzioni acquose sono acide a causa dell’idrolisi del solfato di alluminio.

Ha una temperatura di fusione di 92°C e a seguito di riscaldamento a circa 227 °C perde la sua acqua di idratazione rigonfiandosi:

KAl(SO4)2 ·12 H2O → KAl(SO4)2 +12 H2O

Per successivo riscaldamento si decompone in solfato di potassio, ossido di alluminio, anidride solforosa e ossigeno:

4 KAl(SO4)2 → 2 K2SO4 + 2 Al2O3 + 6 SO2 + 3 O2

Preparazione

L’allume di potassio era ottenuto dal minerale alunite ma attualmente è ottenuto solubilizzando una miscela equimolare di solfato di potassio e solfato di alluminio idrato in una piccola quantità di acqua contenente acido solforico. Si esegue successivamente una cristallizzazione e si separano i cristalli ottaedrici di allume di potassio:

K2SO4 + Al2(SO4)3· 18 H2O + 6 H2O → 2  KAl(SO4)2 ·12 H2O

Reazioni

L’allume di potassio in presenza di idrossido di ammonio dà luogo alla formazione di idrossido di alluminio, solfato di ammonio e idrossido di potassio:

KAl(SO4)2 ·12 H2O + 4 NH4OH → Al(OH)3 + 2 (NH4)2SO4 + KOH + 12 H2=

Esso in presenza di carbonato di sodio dà di solfato di sodio, solfato di potassio, idrossido di alluminio e biossido di carbonio:

2 KAl(SO4)2 ·12 H2O + 3 Na2CO3 → 2 Al(OH)3 + 3 Na2SO4 + K2SO4 + 3 CO2 + 21 H2O

In presenza di bicarbonato di sodio dà luogo alla formazione di solfato di sodio, solfato di potassio, idrossido di alluminio e biossido di carbonio:

2 KAl(SO4)2 ·12 H2O + 6 NaHCO3 → 2 Al(OH)3 + 3 Na2SO4 + K2SO4 + 6 CO2 + 24 H2O

Usi

L’allume di potassio viene usato:

  • per favorire la guarigione di piccole ferite
  • per alleviare il prurito provocato da punture di insetti
  • dopo la rasatura per coagulare piccoli tagli
  • nei pediluvi
  • come deodorante
  • in alcuni tipi di dentifrici
  • come componente acida in alcuni tipi di lievito
  • come componente in alcuni prodotti depilatori
  • per accelerare la guarigione di afte
  • per ridurre la sudorazione senza lasciare tracce o aloni