Acido di Caro

È un acido diprotico che presenta un protone molto acido e il secondo poco acido.

Sintesi

Viene ottenuto dalla reazione:

  • tra acido solforico e perossido di idrogeno secondo la reazione:

H2SO4 + H2O2→ H2SO5 + H2O

  • tra acido clorosolforico e perossido di idrogeno secondo la reazione:

HSO3Cl + H2O2→ H2SO5 + HCl

Reazioni

L’acido di Caro viene utilizzato per trasformare lo ione cianuro utilizzato nel processo di liscivazione per la sua capacità di complessare l’oro, nello ione cianato:

H2SO5 + CN → H2SO4 + CNO

Reagisce con gli eteri e i chetoni per dare molecole altamente instabili ed esplosive come il perossido di acetone.

A seguito di trattamento con basi forti si ottengono i perossisolfati  HSO5 che sono ossidanti versatili in grado di ossidare le aldeidi ad acidi carbossilici, i solfuri a solfoni.

Usi

L’acido di Caro viene utilizzato per rimuovere materiali organici dalla vetreria di laboratorio e, insieme ai suoi sali quali disinfettante per piscine.

I sali di ammonio, di sodio e di potassio vengono utilizzati quali iniziatori nelle reazioni di polimerizzazione.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On