Particella in una scatola monodimensionale

L’equazione di Schrödinger della funzione d’onda indipendente dal tempo è data dall’equazione differenziale:

d2φ / dx2 = – 2m/ħ2 [E – U(x)] φ(x)

dove φ(x) è la funzione d’onda, m è la massa della particella, ħ è la costante di Planck ridotta ( = h/2π) E è l’energia totale della particella, U(x) è l’energia potenziale della particella.

Per ottenere le soluzioni di questa equazione si devono fare delle assunzioni; le condizioni principali che devono essere imposte sono:

1)      φ(x) → 0 quando x → ± ∞

2)      φ(x) → se x è in un posto fisicamente incompatibile

3)      φ(x)  è una funzione continua

4)      φ(x) è una funzione normalizzata

Consideriamo una particella che si trova in una scatola rigida di lunghezza L con pareti impenetrabili; un tale modello viene detto anche particella in una buca di potenziale. Come si può vedere dalla figura

potenziale

l’energia potenziale può assumere due valori:

U(x) = 0 se 0 ≤ x ≤ L

U(x) = ∞ se x < 0 o x > L

Poiché la particella non può trovarsi all’esterno della scatola solo la prima delle due equazioni costituisce la nostra equazione di riferimento.

Tale modello semplifica l’equazione di Schrödinger in quanto il termine U(x) viene eliminato. Quindi l’equazione d’onda della particella diventa:

d2φ / dx2 = – 2m/ħE φ(x)

Ponendo B2 = 2mE/ħ

Si ha:

d2φ / dx2 = B2 φ(x)

Un’ipotesi per trovare le soluzioni all’equazione d’onda è che:

φ(x) = sin Bx

Dalla prima condizione sappiamo che:

φ(x = L) = sin BL = 0

quindi BL = nπ il che implica che B = nπ/L

dove n = 1,2,3…

si ha quindi:

φ(x) = A sin nπx/L

dove A è una funzione dell’ampiezza. Per determinare l’ampiezza consideriamo la quarta condizione per la quale φ(x) è una funzione normalizzata ovvero

∫ ∣ φ(x)∣2 = 1

dove 0 e L sono i limiti di integrazione. Ciò implica che la probabilità di trovare la particella in in qualunque posto sull’asse x è del 100%.

Si può dimostrare che A = √2/L e pertanto l’equazione d’onda per lo stato quantico  n-simo vale:

φn (x) = √2/L sin nπx/L   per 0 ≤ x ≤ L

mentre φn (x) = 0  per x < 0 o x > L

La probabilità Pn di trovare la particella in una qualunque posizione sull’asse x è data dal quadrato di φn (x):

Pn (x) = ∣ φ(x)∣2 = 2/L  sen2 nπx/L

Questa equazione di consente di sapere che vi sono regioni dette nodi  nelle quali la probabilità di trovare la particella è pari a zero.

Supponiamo di voler trovare la probabilità di trovare la particella nello stato quantico 2 tra x = L/4 e x = 3L/4 essendo la scatola lunga 1 Å

Il problema può essere risolto sia analiticamente:

P2(x) = ∫ 2/L  sen2 nπx/L

Dove i limiti di integrazione sono L/4 e 3L/4.

Tale problema può essere più facilmente risolto graficamente considerando il grafico della probabilità della funzione d’onda:

n=2

in cui risulta, per ragioni di simmetria P2(x) = ½ . La risoluzione grafica può essere praticata solo per funzioni la cui distribuzione è simmetrica.

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On