Legge di Raoult: deviazioni positive e negative dalla legge

Le soluzioni sono costituite da due o più sostanze pure, in cui le molecole, intimamente e omogeneamente mescolate, sono distribuite in un’unica fase che può essere solida, liquida o gassosa. Un aspetto considerevole è costituito dalle relazioni che esistono tra la temperatura, la pressione, e la concentrazione di equilibrio e le fasi di un sistema formato da due o più componenti puri.

Legge di Raoult

La legge di Raoult stabilisce che in una soluzione come per esempio quella formata dai liquidi A e B completamente miscibili, la pressione parziale del vapore di ciascun componente nella fase gassosa sovrastante, si ottiene per ogni temperatura, moltiplicando la sua frazione molare nella fase liquida, per la pressione che esso eserciterebbe alla medesima temperatura, se si trovasse allo stato puro.

Pertanto, indicando ad una data temperatura rispettivamente con Pa e Pb le pressioni parziali del vapore dei due componenti sopra la miscela, con Xa  e Xb le rispettive frazioni molari nella fase liquida e con P°a  e P°b le pressioni di vapore dei due componenti puri alla temperatura data, la legge di Raoult viene espressa dalle equazioni:
Pa = P°aXa per il componente A  (1

Pb = P°bXb per il componente B   (2

Xa e Xb sono entrambe minori di uno, infatti chiamando rispettivamente con na e nb il numero di moli del componente A e del componente B, per definizione di frazione molare risulta che:

Xa= na/ na + nb< 1      e Xb= nb/ na + nb< 1

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On