Blog

f.e.m. effetto della concentrazione-chimicamo

f.e.m. effetto della concentrazione

  |   Chimica, Chimica Fisica, Elettrochimica

La f.e.m. di una cella elettrochimica dipende dalla natura dei reagenti e dei prodotti e dalla loro concentrazione. Poiché la f.e.m. è una misura della spontaneità della reazione la tensione diminuisce quando i reagenti si consumano e si formano i prodotti.

L’equazione che correla le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti, nota come equazione di Nernst, alla temperatura di 298 K, per una reazione di ossidoriduzione del tipo aA + bB → cC + dD è la seguente:

E = E° – 0.0257 / n log Q  (1)

In cui E è il potenziale della cella in condizioni non standard, E° è il potenziale della cella in condizioni standard,  n è il numero di elettroni scambiati e Q è dato da:
Q = [C]c[D]d/[A]a[B]b

Secondo la (1) E non è costante ma varia al variare delle concentrazioni e diminuisce a mano a mano che la reazione procede ovvero quando aumenta la concentrazione dei prodotti e diminuisce quella dei reagenti

All’equilibrio quando non variano ulteriormente le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti E = 0 e quindi:

0 = E° – 0.0257 / n log K

dove K è la costante di equilibrio.

Si ha quindi:
E° = 0.0257 /n  log K

pertanto E° è correlata alla costante di equilibrio  K.

 

Calcolo della tensione

Calcolare la tensione di una cella a 25°C in cui avviene la seguente reazione:

Zn(s) + 2 H+(aq)Zn2+(aq) + H2(g)

Sapendo che [H+] = 1.0 · 10-4 M , p H2 = 1.0 atm e che [Zn2+] = 1.5 M

I potenziali standard di riduzione sono:

2 H+ + 2e⇄ H2   E° = 0.0 V

Zn2+ + 2e⇄ Zn  E° = – 0.76 V

Calcoliamo il potenziale della cella in condizioni standard considerando che per la semireazione di  ossidazione dello zinco Zn ⇄ Zn2+ + 2e il valore di E° è di + 0.76 V

Pertanto il potenziale della cella in condizioni standard vale E° = + 0.76 + 0.0 = + 0.76 V

Il numero di elettroni coinvolti n è pari a 2

Applichiamo la (1):
E = + 0.76 – 0.0257/2  log [Zn2+] p H2 / [H+]2

Sostituiamo i valori noti:

E = + 0.76 – 0.0257/2 ln 1.5 · 1.0/ 1.0 · 10-4 =  0.76 – 0.24 = 0.52 V

Calcolo della concentrazione

 Una cella elettrochimica è costituita da due semicelle: in una semicella è presente un elettrodo di rame immerso in una soluzione di Cu(NO3)2 avente concentrazione 0.10 M. Nell’altra semicella è presente un elettrodo di argento immerso in una soluzioni in cui vi sono ioni Ag+ a concentrazione incognita. Calcolare [Ag+] sapendo che la f.e.m. della cella a 25°C vale 0.30 V

I potenziali standard di riduzione sono:
Cu2+ + 2 e⇄ Cu  E° = + 0.337 V

Ag+ + 1 e ⇄ Ag   E° = + 0.7996 V

Calcoliamo il potenziale della cella in condizioni standard considerando che per la semireazione di  ossidazione del rame Cu2+ + 2e ⇄ Cu  il valore di E° è di – 0.337 V

La reazione complessiva è quindi:

Cu + 2 Ag+ ⇄ Cu2+ + 2 Ag e il potenziale in condizioni standard vale E° = 0.7996 – 0.337 = 0.46 V

Il numero di elettroni coinvolti n è pari a 2

Applichiamo la (1):

E = E° – 0.0257/2 log [Cu2+]/[Ag+]2

Sostituiamo i valori noti:

0.30 = 0.46 – 0.0257/2 log 0.10/[Ag+]2

– 0.16 = – 0.0257/2 log 0.10/[Ag+]2

moltiplicando per -1

0.16 = 0.0257/2 log 0.10/[Ag+]2

Moltiplicando ambo i membri per 2 e dividendo per 0.0257 si ha:

12.4 = log 0.10/[Ag+]2

1012.4 = 2.8 ∙ 1012 =   0.10 / [Ag+]2

da cui

[Ag+] = √0.10/2.8 ∙1012 = 1.9 ∙10-7 M

 

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi