Blog

Equazione di Clausius-Clapeyron. Esercizi svolti - chimicamo

Equazione di Clausius-Clapeyron. Esercizi svolti

  |   Chimica Fisica, Termodinamica

L’ equazione di Clausius-Clapeyron esprime la legge di variazione di temperatura e pressione affinché un sistema bifasico ad un componente resti in equilibrio termodinamico

L’equazione di Clausius-Clapeyron può essere utilizzata per calcolare la pressione del vapore P2 di una sostanza ad una data temperatura T2 nota la pressione di vapore P1 ad un’altra temperatura T1 e noto il ΔH del relativo passaggio di stato liquido-vapore o solido-vapore.

Può essere espressa come:

ln P2/P1 = ΔH/R ( 1/T1 – 1/T2)

Le unità di misura sono:
ΔH : J/mol

T : K

R = J mol-1K-1 = 8.31

Non vi è alcuna preclusione per l’unità di misura di P: l’unico vincolo è che P1 e P2 abbiano la stessa unità di misura.

Esercizi svolti

1)      Un liquido ha una pressione di vapore di 6.91 mm Hg a 0°C. Se tale liquido ha una temperatura di ebollizione di 105°C calcolare il calore di vaporizzazione in kJ/mol

Estrapoliamo dal testo i dati classificandoli come segue:

P1= 6.91 mm Hg; P2 = 760 mm Hg (essendosi supposto che la pressione sia quella di 1 atm); T1 = 0°C = 273.15 K; T2 = 105 °C = 378.15 K

Sostituiamo tali valori nell’equazione di Clausius-Clapeyron:

ln 6.91/760 = ΔH/ 8.31 ( 1 / 378.15 – 1/ 273.15)

ovvero

– 4.70 = ΔH/ 8.31( – 0.00102)

Moltiplichiamo ambo i membri per 8.31

-39.1 = ΔH (- 0.00102)

Dividendo per 0.00102 si ha:

ΔH = 3.83 ∙ 104 J/mol = 38.3 kJ/mol

 

2)      L’entalpia molare di vaporizzazione dell’esano vale -28.9 kJ/mol e la temperatura di ebollizione è di 68.73 °C. Calcolare la pressione di vapore dell’esano a 25.00 °C

T1 = 25.00 °C = 298.15 K; P2 = 760 mm Hg; T2 = 68.73 °C = 341.88 K; ΔH = 28900 J/mol

Sostituendo tali valori nell’equazione di Clausius-Clapeyron:

ln x/ 760 = -28900/ 8.31 ( 1/298.15 – 1 / 341.88)

ln x/ 760 = -1.49

essendo il logaritmo naturale in base e si ha

x/760 = e-1.49

x/760 = -4.45

da cui x = 171 mm Hg

3)      La temperatura di ebollizione dell’argon è pari a 83.8 K e il suo calore latente di vaporizzazione è pari a -1.21 kJ/mol. Calcolare la temperatura di ebollizione dell’argon a 1.5 atm

P1 = 1.0 atm; T1 = 83.8 K; P2 = 1.5 atm; ΔH = – 1210 J/mol

Sostituiamo tali valori nell’equazione di Clausius-Clapeyron:

ln 1.0/ 1.5 = – 1210/ 8.31 ( 1/ 83.8 – 1/x)

– 0.405 = – 145.6 ( 0.0119 – 1/x) = – 1.74 + 145.6/x

Moltiplicando ambo i membri per x si ha

– 0.405 x = – 1.74 x + 145.6

1.34 x = 145.6

Da cui x = 109 K

4)      Alla temperatura di 25.0 °C in un recipiente di 5.00 L sono contenuti 3.00 g di mercurio. Di quanti gradi è necessario aumentare la temperatura affinché venga triplicata la pressione di vapore del mercurio? L’entalpia di vaporizzazione del mercurio è pari a 59.11 kJ/mol

Dal testo si evince che il rapporto tra P2 e P1 è di 1:3. Quindi, anche non conoscendo le due pressioni di vapore si può imporre P1 = 1 e P2 = 3 essendo T1 = 298.15 K e ΔH = 59110 J/mol

Sostituiamo tali valori nell’equazione di Clausius-Clapeyron:

ln 3/1 = 59110/ 8.31 ( 1/ 298.15 – 1/x)

1.10 = 7113 ( 1/ 298.15 – 1/x) = 23.9 – 7113/x

Moltiplicando ambo i membri per x si ha

1.10 x = 23.9 x – 7113

22.8 x = 7113

Da cui x = 312 K = 39 °C

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org