Blog

entropia nei processi irreversibili-chimicamo

Entropia nei processi irreversibili

  |   Chimica Fisica, Termodinamica

La variazione di entropia è strettamente valida solo per processi reversibili, come quelli utilizzati in un motore di Carnot. Tuttavia, possiamo trovare la variazione di entropia nei processi irreversibili.

Infatti l’entropia è una funzione di stato pertanto la sua variazione è indipendente da come si verifica il cambiamento.

L’aggettivo irreversibile suggerisce l’idea di una precisa direzione nello svolgersi di un processo : ad esempio il passaggio di calore da un corpo caldo a uno freddo.

L’irreversibilità di tali processi è dovuta al fatto che non avvengono spontaneamente in senso contrario. Ogni volta che si verificano  processi irreversibili si ha sempre un aumento globale di entropia per l’insieme “ sistema + ambiente”.

Si consideri un sistema che passa reversibilmente da uno stato iniziale a uno stato finale, vicinissimo a quello iniziale, assorbendo dall’esterno il calore dQrev. Poiché in un processo reversibile la temperatura Ts del sistema è uguale alla temperatura Ta dell’ambiente si ha :

dSsistema = dQrev/Ts  (*)

mentre l’ambiente esterno, dato che Ts=Ta, , diminuisce la propria entropia della medesima quantità :

dSambiente = – dQrev/Ta = – dQrev/Ts (°)

sommando membro a membro la (*) e la (°) si ha:

dSsistema + dSambiente= dQrev/Ts – dQrev/Ta=0

che per processi finiti assume la forma

ΔSsistema +   ΔSambiente=0

Pertanto in una trasformazione reversibile l’entropia del sistema aumenta o diminuisce nella medesima misura con la quale diminuisce o aumenta l’entropia dell’ambiente esterno, ovvero in un cambiamento reversibile la variazione di entropia in un sistema isolato è pari a zero.

Prendiamo ora in considerazione il medesimo sistema che, assorbendo dall’esterno il calore infinitesimo dQirr passa spontaneamente e quindi irreversibilmente attraverso gli stati iniziale e finale esaminati nel processo reversibile.

Poiché gli stati finale e iniziale sia del processo irreversibile che del processo reversibile coincidono ed essendo l0entropia una funzione di stato possiamo dire

dSsistema = dQirr/Ts = dQrev/Ts

invece, la diminuzione dell’entropia dell’ambiente esterno, espressa dalla relazione

dSambiente = – dQirr/Ta

è minore in valore assoluto dell’aumento dell’entropia del sistema infatti affinché del calore venga ceduto spontaneamente, e quindi irreversibilmente, dall’ambiente esterno al sistema, la temperatura dell’ambiente esterno Ta deve essere maggiore della temperatura del sistema Ts. Pertanto :

dSsistema + dSambiente = dQirr/Ts – dQirr/Ta›0 ( nei processi irreversibili)

questa disequazione, applicata ad una trasformazione finita e irreversibile assume la forma :
ΔSsistema  +ΔSambiente = ΔSsistema isolato  ›0

questa disequazione ci permette di enunciare il seguente principio :

In una trasformazione irreversibile l’entropia del sistema aumenta in misura maggiore di quanto diminuisce l’entropia dell’ambiente esterno ovvero in una trasformazione irreversibile la variazione globale di entropia di un sistema isolato è sempre maggiore di zero.

Poiché i fenomeni naturali sono tutti irreversibili e poiché l’Universo è un sistema isolato, l’entropia dell’Universo aumenta sempre .

Condividi



Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org