Energia di legame

Una grandezza strettamente legata al concetto di legame chimico, inteso come interazione specifica tra due atomi A-B è l’energia di legame.

Nel caso di una molecola A-B l’energia di dissociazione DAB corrisponde, cambiata di segno, all’energia di legame.

Quanto maggiore è l’energia per dissociare la molecola AB tanto maggiore deve essere l’energia di legame che tiene uniti i due atomi. L’energia di legame è quindi la misura della forza di legame in un  legame chimico: rappresenta l’energia che bisogna somministrare a una mole di molecole per suddividerle in singoli atomi. Nella tabella vengono riportati i valori tipici dell’energia di dissociazione di alcune molecole biatomiche, dai quali si rileva come l’energia di legame covalente possa variare da qualche decina a qualche centinaio di kcal mol-1

Energia di dissociazione

Molecola Energia di dissociazione
H2 104 kcal mol-1
HF 135 kcal mol-1
HCl 103 kcal mol-1
HBr 87 kcal mol-1
HI 71 kcal mol-1
F2 38 kcal mol-1
Cl2 58 kcal mol-1
Br2 46 kcal mol-1
I2 36 kcal mol-1
N2 225 kcal mol-1
O2 118 kcal mol-1
Li2 26 kcal mol-1

 

Nel caso di molecole poliatomiche è più difficile definire cosa si debba intendere per energia di legame; si consideri, ad esempio, la molecola H2O, nella quale si hanno due legami O-H che possono dissociarsi in due stadi:

H2O → HO + H

HO → O + H

Sebbene i due processi appaiano identici, corrispondendo entrambi alla rottura di un legame O-H le due energie di dissociazione sono diverse. Ciò è dovuto alla diversità tra H2O e HO che sono caratterizzate da distanze O-H diverse e quindi da forze di legame diverse. Per questo si può definire un’energia di legame media tra due elementi A e B come il rapporto tra l’energia di dissociazione della molecola ABn e il numero n. Così, nel caso della molecola H2O l’energia di dissociazione della molecola, cioè l’energia associata al processo:

H2O  → 2 H + O

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On