Contributi dei moti alla capacità termica

Se a un dato un generico corpo a temperatura T1 viene somministrata energia sotto forma di calore q esso si porterà a una temperatura T2 ovvero esso ha avuto una variazione di temperatura pari a T2-T2; detta ΔT questa variazione si definisce capacità termica C il rapporto tra la quantità di calore trasferita al corpo e la variazione di temperatura ovvero:
C = q/ΔT

Quanto maggiore è la capacità termica tanto minore è l’effetto di un flusso di calore q sulla variazione di temperatura.

Tipi di moto

La temperatura è correlata all’energia cinetica media dovuta ai moti traslazionali delle molecole.

Se sono presenti anche moti vibrazionali e rotazionali questi ricevono energia termica riducendo la quantità che va ai moti traslazionali ma, poiché la temperatura dipende solo da questi ultimi, l’effetto di altri tipi di moto sarà quello di ridurre la dipendenza dell’energia interna dalla temperatura con conseguente aumento della capacità termica.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On