Elettrodo a calomelano

L’elettrodo a calomelano è un elettrodo di riferimento costituito da mercurio su cui viene stratificata una pasta di mercurio e del sale poco solubile cloruro di mercurio (I) Hg2Cl2 detto calomelano a contatto con una soluzione contenente ioni cloruro.

La soluzione contiene l’anione presente nel sale poco come ad esempio una soluzione satura di KCl.

Viene abitualmente utilizzato un filo di platino per consentire il contatto con il circuito esterno

elettrodo a calomelano

La semicella contenente l’elettrodo può essere schematizzata come:

Hg│ Hg2Cl2│Cl

L’elettrodo a calomelano può fungere da anodo o da catodo a seconda della natura dell’altro elettrodo presente nella cella.

Quando agisce da anodo la semireazione di ossidazione è:

2 Hg + 2 Cl → Hg2Cl2 + 2 e

Quando agisce da catodo la semireazione di riduzione è:

Hg2Cl2 + 2 e → 2 Hg + 2 Cl

L’equazione di Nernst relativa a quest’ultima semireazione è:

E = E° + 0.059/2 log 1/[Cl]2

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On