Deviazioni dalla legge di Lambert Beer

Quando una radiazione luminosa incide su un mezzo trasparente, in parte viene riflessa, in parte si rifrange nel mezzo. L’intensità di questa frazione diminuisce man mano che la radiazione si propaga, per cui all’uscita risulterà inferiore.

Nella figura:

legge di Lambert beer

Io è l’intensità della luce incidente mentre I è l’intensità della luce che fuoriesce. Il rapporto I/Io è definito come trasmittanza complessiva del mezzo .

Il logaritmo decimale del reciproco della trasmittanza prende il nome di estinzione o assorbanza:

A = log 1/T = log Io/I

La legge fondamentale dell’analisi in assorbimento, nota come legge di Lambert-Beer stabilisce una relazione tra l’estinzione e la concentrazione della sostanza disciolta ed è alla base dell’analisi chimica quantitativa.

La legge di Lambert-Beer  stabilisce una proporzionalità diretta tra l’assorbanza e la concentrazione della specie assorbente:

A = log Io/I = abc

Dove a è una costante di proporzionalità, chiamata assorbanza specificab è lo spessore della soluzione attraversato dalla radiazione espresso in centimetri, c la concentrazione della sostanza assorbente nella soluzione. Se quest’ultima è espressa in mol/L , l’assorbanza specifica prende il nome di coefficiente di estinzione molareε e, di conseguenza, A = εbc.

Per la proporzionalità diretta tra l’assorbanza e la concentrazione della specie assorbente riportando in grafico l’assorbanza in funzione della concentrazione si ottiene una retta passante per l’origine. Tuttavia la legge non è valida in tutte le condizioni infatti si può avere una deviazione positiva o negativa come rappresentato in figura:

deviazioni dalla legge di lambert beer

I  fattori che determinano tali deviazioni sono i seguenti:

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On