Blog

Determinazione qualitativa del tiosolfato-chimicamo

Determinazione qualitativa del tiosolfato

  |   Chimica, Chimica Analitica

Itiosolfato è utilizzato nelle titolazioni iodometriche in quanto è uno dei pochi agenti riducenti stabili rispetto all’ossidazione dell’aria.

La iodometria è una tecnica analitica quantitativa che si basa sulla ossidazione dello ioduro a iodio e viene usata per la determinazione di agenti ossidanti.

La determinazione quantitativa dell’ossidante viene ottenuta tramite titolazione dello iodio con una soluzione standardizzata di tiosolfato di sodio usando la salda d’amido quale indicatore.

 

Test preliminare

Il test preliminare per poter supporre la presenza del tiosolfato in una miscela solida consiste nel mettere una piccola quantità di questa miscela in una provetta e di aggiungere acido cloridrico. Si noterà la formazione di un precipitato di zolfo e, se la provetta viene riscaldata, l’emissione di anidride solforosa.

La reazione di disproporzione che avviene è la seguente:

S2O32- + 2 H+ → S + SO2 + H2O

Test di conferma

Una soluzione di acetato di piombo è aggiunta alla miscela incognita. La presenza di tiosolfato è confermata dal precipitato bianco di tiosolfato di piombo:

S2O32- + Pb2+ → PbS2O3

A caldo il precipitato diventa nero a causa del solfuro di piombo che si forma secondo la reazione:

PbS2O3 + H2O → PbS + 2 H+ + SO42-

  • Test con il cloruro di ferro (III)

Una soluzione di cloruro di ferro (III) è aggiunta alla miscela incognita. La presenza di tiosolfato viene confermata dalla formazione del complesso diamminotiosolfatoferrato (III) di colore viola scuro:

2 S2O32- + Fe3+ → [Fe(S2O3)2]

La colorazione scompare rapidamente a causa della riduzione del ferro (III) a ferro (II) ad opera del tiosolfato che si trasforma in tetrationato:

2 S2O32- +2 Fe3+ → S4O62- + 2 Fe2+

In ambiente basico il permanganato reagisce con il tiosolfato per dare un precipitato nero di biossido di manganese e solfato secondo la reazione

 

8 MnO4 + 3 S2O32- + H2O → 8 MnO2 + 6 SO42- + 2 OH

Una soluzione di nitrato di argento è aggiunta alla miscela incognita per dare un precipitato bianco di tiosolfato di argento secondo la reazione:

S2O32- + 2 Ag+ → Ag2S2O3

Il precipitato in presenza di un eccesso di tiosolfato si solubilizza a causa della formazione del complesso ditiosolfatoargento:

Ag2S2O3 + 3 S2O32- → 2 [Ag(S2O3)2]+

Il tiosolfato di argento tende a decomporsi secondo una reazione di disproporzione con formazione di un precipitato nero di solfuro di argento:

Ag2S2O→ Ag2S + SO3

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi