Determinazione dei nitriti

I nitriti sono sostanze tossiche e particolarmente pericolosi per la salute umana la cui presenza è dovuta all’incompleta ossidazione dell’azoto ammoniacale di varia provenienza e alla riduzione dello ione nitrato.

Inoltre i nitriti per reazione con le ammine secondarie presenti in alcuni alimenti danno luogo alla formazione di N-nitrosammine che sono sostanze potenzialmente cancerogene.

Le acque possono essere inquinate da nitriti sia per l’uso dei nitrati usati come concimi azotati che veicolati da scarichi industriali.

I nitriti possono essere determinati quantitativamente per titolazione con permanganato tramite la reazione:

2 MnO4 + 5 NO2 + 6 H+ → 2 Mn2+ + 5 NO3 + 3 H2O

Bisogna tuttavia tenere presente che se viene titolata la soluzione contenente lo ione nitrito con il permanganato di potassio i risultati sono poco affidabili in quanto la soluzione di nitrito deve essere preventivamente acidificata con acido solforico diluito.

In presenza di ioni H+ lo ione nitrito dà luogo alla formazione di acido nitroso HNO2 che essendo volatile e poco stabile viene in parte perso. Si deve quindi procedere alla acidificazione di un volume misurato della soluzione standard di permanganato di potassio e titolata con la soluzione dello ione nitrito fino a scomparsa della colorazione tipica del permanganato.

Stanti i bassi limiti di ioni nitrito contenuti nelle acque ci si può avvalere di determinazioni ottenute tramite metodi strumentali come la titolazione potenziometrica con la sulfanilamide.

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On