Bromatometria

Tra tecniche analitiche quantitative di tipo volumetrico vi sono le titolazioni ossidimetriche come la permanganometria, iodometria, cerimetria e bromatometria.

Nella bromatometria viene usato il bromato di potassio che è un ottimo agente ossidante che viene ridotto a bromuro secondo la semireazione:

BrO3 + 6 H+ + 6 e → Br + 3 H2O

In una soluzione in cui  [H+] è   1 M il potenziale standard di riduzione della coppia BrO3/Br è pari a +1,44 V

Il bromato di potassio si trova ad un elevato stato di purezza (99.9%) e può essere essiccato a 120-150 °C e pertanto può essere usato quale standard primario.

Dopo il punto equivalente il bromato ossida il bromuro per dare bromo secondo la reazione:

BrO3 + 5 Br + 6 H+ → 3 Br2 + 3 H2O

La presenza di bromo può essere evidenziata dal suo colore giallo, ma è preferibile usare indicatori quali il metilarancio, il giallo chinolina o il rosso metile.

Tale tecnica può essere usata per la determinazione di numerosi riducenti quali:

1) l’acido arsenico secondo la reazione:

BrO3 + 3 H3AsO3 → Br + H3AsO4

2) l’idrazina secondo la reazione:

BrO3 + 3 N2H4 → Br + 3 N2 + 6 H2O

3) l’idrossilammina secondo la reazione:

BrO3 + NH2OH → Br + NO3 +H+ + H2O

4) il ferrocianuro secondo la reazione:

BrO3 + 6 [Fe(CN)6]4- + 6 H+ → Br + 6 [Fe(CN)6]3- + 3 H2O

Molte sostanze non possono essere ossidate direttamente dal bromato di potassio, ma reagiscono quantitativamente in eccesso di bromo. Soluzioni acide di bromo aventi una determinata concentrazione possono essere ottenute da una soluzione standard di bromato aggiungendo acido e un eccesso di bromuro:

BrO3 + 5 Br + 6 H+ → 3 Br2 + 3 H2O

Il bromo è molto volatile pertanto la reazione deve essere condotta a bassa temperatura. L’eccesso di bromo può essere determinato per via iodometrica aggiungendo un eccesso di ioduro di potassio e titolando lo iodio prodotto con una soluzione di tiosolfato:

Br2 + 2 I → 2 Br + I2

Determinazione dell’arsenico e dell’antimonio.

L’arsenico o l’antimonio, se presenti come As(III) o Sb(III) possono essere determinati con il bromato secondo la reazione che, indicando con M l’arsenico o l’antimonio è la seguente:

2 KBrO3 + 3 M2O3 + 2 HCl → 2 KCl + 3 M2O5 + 2 HBr

La presenza di stagno, di ferro o di rame inficiano la determinazione.

Determinazione dei fenoli.

I fenoli possono essere sostituiti rapidamente e quantitativamente con il bromo prodotto dalla reazione tra bromato e bromuro in soluzione acida. Nella determinazione il fenolo viene fatto reagire con un eccesso di bromato e bromuro. Il bromo prodotto reagisce con il fenolo secondo la reazione di bromurazione:

bromurazione

Quando la reazione è giunta a completezza l’eccesso di bromo viene determinato aggiungendo un eccesso di bromuro di potassio e retrotitolando lo iodio con una soluzione di tiosolfato.

 

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On