Blog

Lattasi

  |   Biochimica, Chimica

La lattasi è un enzima che  catalizza l’idrolisi del legame glicosidico del lattosio, rilasciando galattosio e glucosio. Questi monosaccaridi sono quindi utilizzati principalmente per ottenere adenosina trifosfato (ATP) attraverso il ciclo dell’acido citrico e la fosforilazione ossidativa.

La lattasi, ottenuta dal gene LTC, appartiene alla famiglia degli enzimi beta-glicosidasi della classe delle idrolasi. Essa  è necessaria per la digestione del lattosio che si trova nel latte e in altri prodotti lattiero-caseari.

Intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio si verifica quando il corpo produce quantità insufficienti di lattasi per digerire il lattosio presente negli alimenti.

Se il lattosio non è scomposto nell’intestino tenue, come nel caso degli individui intolleranti al lattosio, passa all’intestino crasso. Ciò comporta diversi problemi caratteristici dell’intolleranza al lattosio. L’elevata concentrazione di lattosio nell’intestino crasso crea un gradiente osmotico che fa sì che grandi volumi di acqua si muovano dal sangue nell’intestino. Questa acqua in eccesso provoca crampi e diarrea, che provocano dolore e possono portare alla disidratazione.

Molti di questi batteri presenti nell’intestino crasso utilizzano il processo di fermentazione dello zucchero per produrre ATP.  Il processo di fermentazione produce grandi quantità di sottoprodotti gassosi, come metano, anidride carbonica e idrogeno. Questo porta all’accumulo di gas nell’intestino, con conseguenti crampi e flatulenza.

Test

Si stima che l’enzima lattasi sia carente in circa il 70% della metà della popolazione mondiale e circa il 50% della popolazione italiana. Sebbene in molti casi la carenza è limitata e non determina la comparsa di sintomi negli altri casi sono necessari esami appropriati.

Il test più diffuso e attendibile per la diagnosi di intolleranza al lattosio è il test sul respiro o breath test, un esame non invasivo che consiste nell’ analisi dell’aria espirata del soggetto prima e dopo l’assunzione di lattosio. Il test va a misurare le quantità dei gas idrogeno e metano presenti nell’espirato.

Infatti se il lattosio non è digerito e inizia a fermentare, si ha produzione anomala di idrogeno. Se il test rivela che nell’aria espirata è presente un livello eccessivo di questo gas, significa che è presente l’intolleranza.