Clorammine
Giu23

Clorammine

Le clorammine sono composti derivanti dall’ammoniaca per sostituzione di uno, due o tutti e tre gli atomi di idrogeno con il cloro. Si hanno pertanto le monoclorammine NH2Cl, le diclorammine NHCl2 e le triclorammine NCl3. Con il termine di clorammine possono intendersi composti organici in cui invece di uno o due atomi di idrogeno c’è un gruppo -R e quindi si presentano come RNCl2 o R2NCl. Dalla reazione tra cloro e ammoniaca si...

Read More
Ioni spettatori
Giu22

Ioni spettatori

In una reazione redox data informa molecolare compaiono specie che si ossidano, specie che si riducono e specie che non si ossidano né si riducono ovvero che assistono da “spettatori” alla reazione. Questo tipo di reazioni risultano le più complicate in quanto, dopo aver eliminato gli spettatori, si bilanciano sia con il metodo del numero di ossidazione sia con il metodo delle semireazioni e poi si devono reintrodurre gli spettatori...

Read More
Sistemi benzilici
Giu20

Sistemi benzilici

Il benzile è un gruppo funzionale avente formula C6H5CH2 e può essere considerato come derivante formalmente dal toluene per allontanamento di un idrogeno legato al gruppo -CH3. I carbocationi benzilici mostrano una stabilità analoga a quella dei carbocationi allilici essendo anch’essi stabilizzati per risonanza Si noti che nelle strutture di risonanza la carica positiva si trova in posizione orto o para dell’anello benzenico...

Read More
Bilanciamento redox in ambiente basico
Giu19

Bilanciamento redox in ambiente basico

Per bilanciare una reazione redox in ambiente basico si può usare il metodo delle semireazioni che prevede, come primo passaggio, l’eliminazione di eventuali ioni spettatori ovvero di quelle specie che non variano il numero di ossidazione nel corso della reazione. Vanno poi seguiti in sequenza i seguenti passaggi: Separare la reazione in due semireazioni Bilanciare la massa Aggiungere ossigeno, dove è mancante, sotto forma di acqua...

Read More
Diossido di manganese
Giu18

Diossido di manganese

Il diossido di manganese MnO2 è un solido di colore nero poco solubile in acqua ma solubile negli acidi che viene estratto dalla pirolusite. L’uso del biossido di manganese risale a 17.000 anni fa nel periodo paleolitico superiore quando gli uomini dell’età della pietra lo usavano come pigmento per le loro pitture rupestri. Gli egizi e i romani usavano i minerali contenenti manganese nella fabbricazione delvetro per...

Read More