Difenilammina
Set30

Difenilammina

Difenilammina La difenilammina il cui nome I.U.P.A.C. è N-fenilanilina è un’ammina secondaria in cui sono legati due gruppi fenilici con l’azoto e ha formula (C6H5)2NH. La difenilammina è presente nelle acque reflue dei processi industriali.  Proprietà Si presenta come un solido incolore, con un odore floreale, scarsamente solubile in acqua ma è solubile in acetonitrile, metanolo e ottanolo. La difenilammina ha una costante basica Kb...

Read More
Glicolipidi
Set29

Glicolipidi

Glicolipidi I glicolipidi sono molecole anfipatiche essendo costituite da una o più unità monosaccaridiche legate tramite un legame glicosidico ad una parte idrofobica costituita, ad esempio, da gliceridi o ceramidi. Funzioni I glicolipidi sono i principali costituenti della parte esterna della membrana cellulare e hanno la funzione di facilitare le interazioni tra le cellule, modulare la differenziazione cellulare e regolare la...

Read More
Acido cinnamico
Set28

Acido cinnamico

Acido cinnamico L’acido cinnamico è un acido carbossilico insaturo avente formula C6H5CH=CHCOOH e può essere visto come l’acido acrilico con un gruppo fenilico in posizione 3. L’acido cinnamico, a causa della presenza del doppio legame sulla catena laterale, può presentarsi sotto forma di isomero cis e di isomero trans sebbene quest’ultimo sia quello prevalente nei prodotti naturali. Pertanto il suo nome I.U.P.A.C è acido...

Read More
Idroformilazione
Set27

Idroformilazione

Idroformilazione L’idroformilazione detto processo oxo è un processo industriale tramite il quale si ottengono le aldeidi a partire dagli alcheni. Nella reazione si verifica la rottura del doppio legame carbonio-carbonio e l’addizione di un gruppo aldeidico CHO e di un idrogeno rispettivamente ai due atomi di carbonio. L’idroformilazione è il processo catalitico in fase omogenea che utilizza catalizzatori organometallici più diffuso....

Read More
Etere di petrolio
Set26

Etere di petrolio

Etere di petrolio L’etere di petrolio è la frazione del petrolio con una temperatura di ebollizione tra i 30 e i 60°C che contiene idrocarburi alifatici a basso peso molecolare e una piccola quantità di composti aromatici. A causa dell’elevata volatilità di questa frazione del petrolio ad essa è stato dato il nome di etere di petrolio in quanto gli eteri a basso peso molecolare sono sostanze volatili in quanto non presentano legami a...

Read More