Olio per motori
Apr30

Olio per motori

Sin dall’antichità sono state usate molti tipi di sostanze per ridurre l’attrito tra parti meccaniche in contatto tra loro. La lubrificazione, oltre a ridurre l’attrito serve anche a raffreddare gli organi interni di un motore e a ridurne l’usura. L’olio per motori può essere di tipo minerale, sintetico e semi-sintetico ed è costituito da un olio e da additivi che ne migliorano le proprietà.   Composizione   L’olio minerale è...

Read More
Cella galvanica e cella di elettrolisi a confronto
Apr29

Cella galvanica e cella di elettrolisi a confronto

Una cella elettrochimica è un dispositivo che può convertire l’energia derivante da una reazione chimica in energia elettrica o che può far avvenire una reazione non spontanea convertendo energia elettrica in energia chimica. Nel processo avviene una reazione di ossidoriduzione ovvero una reazione in cui avviene un trasferimento di elettroni: la specie che si ossida perde elettroni mentre quella che si riduce li acquista e ciò...

Read More
pH di una soluzione di carbonato di sodio
Apr28

pH di una soluzione di carbonato di sodio

Il carbonato di sodio è un sale solubile in acqua derivante dall’acido carbonico che, derivando da un acido debole e da una base forte, dà idrolisi basica. Il carbonato di sodio in acqua idrolizza secondo gli equilibri: CO32- + H2O ⇌ HCO3– + OH–  (1) HCO3– + H2O ⇌ H2CO3 + OH– (2) Costanti di equilibrio Le costanti acide dell’acido carbonico sono rispettivamente Ka1 = 4.45 · 10-7; Ka2 = 4.84· 10-11 La costante...

Read More
Energia dei legami covalenti: esercizi
Apr27

Energia dei legami covalenti: esercizi

Il legame covalente è dovuto alla condivisione di una o più coppie di elettroni tra gli atomi e la forza di un legame covalente è data dall’energia necessaria per rompere il legame. Quanto più forte è un legame tanto maggiore è l’energia richiesta per romperlo e ottenere i singoli atomi. L’energia necessaria per rompere un determinato legame in una mole di molecole allo stato gassoso è detta che, per una molecola biatomica DX-Y, è...

Read More
Metalli della prima serie di transizione
Apr24

Metalli della prima serie di transizione

I metalli di transizione appartenenti alla prima serie di transizione appartengono al blocco d e al 4 Periodo e vanno dal titanio al rame. Lo scandio e lo che sono rispettivamente il primo e l’ultimo metallo del blocco d non possono essere considerati metalli di transizione. Infatti un metallo viene definito di transizione se può dare uno o più ioni che presentano un orbitale d incompleto. Lo scandio ha configurazione elettronica...

Read More