Acido arsenico
Lug25

Acido arsenico

L’acido tetraossoarsenico (V) noto come acido arsenico è un ossiacido avente formula H3AsO4 analogo all’acido fosforico in cui l’arsenico presenta numero di ossidazione +5. L’arsenico è ibridato sp3 ed è legato a tre gruppi -OH e a un atomo di ossigeno tramite doppio legame. La geometria molecolare è tetraedrica con una distribuzione di carica asimmetrica pertanto la molecola è polare. Nella nomenclatura tradizionale, così come accade...

Read More
Fosfolipidi
Lug24

Fosfolipidi

I fosfolipidi sono i principali componenti della membrana cellulare che delimita la cellula negli organismi viventi separandola dall’ambiente esterno e regolando gli scambi di elementi e sostanze. Una molecola di fosfolipide è costituita da glicerolo legato a due molecole di acidi grassi attaccate a due atomi di carbonio adiacenti mentre il terzo carbonio  è legato a un gruppo contenente un fosfato modificato.  Questa disposizione...

Read More
Sostituzione nucleofila SN2
Lug23

Sostituzione nucleofila SN2

In una reazione di sostituzione nucleofila un nucleofilo attacca un atomo di carbonio a cui è legato un buon gruppo uscente formando un nuovo legame: Nu– + R-X → R-Nu + X– A seconda del substrato e delle condizioni di reazione le reazioni di sostituzione nucleofila possono avvenire tramite meccanismo SN1  o SN2. La sostituzione nucleofila via SN2 avviene con un meccanismo concertato bimolecolare e la velocità della reazione è...

Read More
Stabilizzazione per risonanza
Lug21

Stabilizzazione per risonanza

La stabilizzazione per risonanza si verifica in molecole o ioni quando gli elettroni sono delocalizzati e tale concetto venne introdotto dal chimico statunitense Linus Pauling nel 1928. Quando una struttura di Lewis di una specie non descrive completamente il legame che si instaura tra atomi vicini la teoria del legame di valenza introduce delle strutture dette di risonanza. Ciascuna struttura non rappresenta completamente la specie...

Read More
Costante di equilibrio
Lug19

Costante di equilibrio

Per reazioni reversibili la condizione di equilibrio si verifica quando la velocità di formazione dei prodotti è uguale alla velocità di formazione dei reagenti. Pertanto, pur trattandosi di un equilibrio dinamico, le concentrazioni delle specie rimangono costanti nel tempo. Le concentrazioni delle specie all’equilibrio, infatti, rimangono inalterate a prescindere dalle concentrazioni iniziali, variazione di pressione, volume,...

Read More