Casi particolari di sali che danno idrolisi acida
Mar23

Casi particolari di sali che danno idrolisi acida

Le soluzioni di sali derivanti da acido forte e base debole danno idrolisi acida come nel caso di NH4Cl che si dissocia in NH4+ e Cl–. In tali soluzioni è contenuto un catione che è l’acido coniugato di una base debole che, nel caso specifico è l’ammoniaca. Contrariamente allo ione cloruro che non ha affinità con gli ioni H+ provenienti dalla dissociazione dell’acqua, lo ione ammonio reagisce con l’acqua secondo...

Read More
Determinazione dell’alcalinità dell’acqua. Calcoli
Mar21

Determinazione dell’alcalinità dell’acqua. Calcoli

L’alcalinità di un’acqua rappresenta la sua capacità di neutralizzare gli acidi ed è data dalla somma di tutte le basi titolabili. Essa è dovuta principalmente agli ioni carbonato, carbonato acido e, se il pH è elevato, agli ioni ossidrili. In genere lo ione idrogeno carbonato è quello che maggiormente contribuisce all’alcalinità di un’acqua; le reazioni di neutralizzazione sono: ione idrossido: OH– + H+ → H2O ione carbonato:...

Read More
Ioni poliatomici
Mar18

Ioni poliatomici

Uno ione poliatomico è uno ione in cui sono presenti almeno due atomi diversi legati tra loro tramite legame covalente. Generalmente derivano da un acido o da una base di Brønsted-Lowry a seguito della perdita o dell’acquisto di uno ione H+. Per non esistendo una classificazione ufficiale gli ioni poliatomici vengono spesso catalogati in base alla loro carica. Gli ioni poliatomici positivi più comuni sono: Ione poliatomico con carica...

Read More
Struttura degli ossiacidi
Mar15

Struttura degli ossiacidi

Gli ossiacidi sono composti ternati costituiti da idrogeno, non metallo e ossigeno aventi formula generale HxNOy. Per poter scrivere la loro struttura bisogna tener presente che vi sono alcune regole: L’idrogeno non è mai legato al non metallo (tranne un’eccezione di cui si parlerà in seguito) ed è quindi legato all’ossigeno Il non metallo è quello che lega a sé gli atomi di ossigeno Una regola pratica per ottenere la struttura degli...

Read More
Spettrometria per mobilità ionica
Mar14

Spettrometria per mobilità ionica

La spettrometria per mobilità ionica è una tecnica analitica che viene usata per la rilevazione di composti presenti nell’atmosfera, esplosivi, gas nervini, gas irritanti per la pelle, gas nocivi per i polmoni e per il sangue e sostanze provenienti dall’industria petrolchimica. Già nel 1987 Sir Ernest Rutherford misurò la mobilità degli ioni formati dalla ionizzazione a raggi Xcaratterizzandone successivamente le loro mobilità. Dal...

Read More