Cloro: metodi di preparazione
Mar29

Cloro: metodi di preparazione

Il cloro fu ottenuto per la prima volta nel 1774 dal chimico svedese Carl Wilhelm Scheele trattando il minerale pirolusite con acido cloridrico; egli tuttavia ritenne che il gas ottenuto contenesse ossigeno e fu solo nel 1810 che il chimico britannico Sir Humphry Davy dimostrò che si trattava di un nuovo elemento. Per le sue vaste applicazioni in numerosi campi come sbiancante, disinfettante per la potabilizzazione delle acque oltre...

Read More
Stabilità dei carbanioni
Mar28

Stabilità dei carbanioni

Quando in un composto organico, si ha la scissione eterolitica del legame tra un atomo di carbonio legato ad un atomo meno elettronegativo si ha la formazione di un carbanione come nell’esempio riportato in figura: I carbanioni sono pertanto specie altamente reattive che agiscono sia da nucleofili che da basi. Il carbonio che reca la carica negativa è ibridato sp3 con una struttura tetraedrica con il carbonio al centro, i tre gruppi R...

Read More
Ilidi
Mar26

Ilidi

Le ilidi sono una importante classe di composti in cui un atomo del Gruppo 15 o 16 della Tavola Periodica con una carica positiva è legato a un atomo di carbonio che ha una carica negativa. Le ilidi sono pertanto molecole neutre e dipolari rappresentabili secondo la formula generale: > C– – X+ Il termine ilide fu coniato nel 1944 dal chimico tedesco Georg Witting quando lavorava su questo tipo di composti con cui scoprì,...

Read More
Isocianati
Mar24

Isocianati

Gli isocianati sono composti organici in cui è presente il gruppo funzionale –N=C=O legato a un gruppo alchilico o arilico e, a seconda del gruppo R, possono essere sia solidi che liquidi ed in genere tossici. Vanno quindi maneggiati con le dovute norme di sicurezza in quanto sono irritanti sia per gli occhi che per le vie respiratorie e il loro contatto con la pelle può provocare irritazione. Gli isocianati alchilici possono essere...

Read More
Sodio azide
Mar23

Sodio azide

L’azoturo di sodio noto come sodio azide è un composto inorganico avente formula NaN3 costituito dallo ione Na+ e dallo ione N3– che può essere rappresentato da diverse strutture limite di risonanza tra cui E’ un sale bianco derivante dall’acido idrazoico HN3 incolore solubile in acqua e in ammoniaca che può essere preparato attraverso diverse vie sintetiche: In ambiente basico dalla reazione tra idrazina e n-butilnitrito...

Read More