Acido miristico


L’acido tetradecanoico o acido miristico è un acido grasso saturo a catena lineare avente formula CH3(CH2)12COOH

acido miristico

A temperatura ambiente si presenta come un solido che fonde ad una temperatura di 54.4°C, insolubile in acqua e poco solubile in alcol ed etere.

Tra gli acidi grassi a lunga catena, l’acido miristico è considerato tra quelli che influenzano maggiormente il livello di colesterolo in quanto esplica azione ipercolesterolizzante.

E’ presente in ragione di 16 g per ogni 100 g di parte edibile nell’olio di cocco e di 14 g per ogni 100 g di parte edibile nell’olio di palma ma si trova anche nel burro, panna e formaggi e nella noce moscata il cui burro contiene fino al 75% di trimiristina che è un trigliceride dell’acido miristico.

L’acido miristico può essere ottenuto dalla reazione tra la trimiristina e idrossido di sodio che avviene a caldo per un tempo sufficientemente lungo e sotto agitazione.

Successivamente, quando la soluzione si è emulsionata dopo l’aggiunta acqua, viene ancora riscaldata e agitata fin quando non diviene chiara ovvero fin quando non è avvenuta la completa saponificazione a seguito della quale si forma il miristato di sodio che per acidificazione con acido cloridrico dà l’acido miristico.

sintesi acido miristico

A livello industriale viene utilizzato per ottenere emulsionanti, impermeabilizzanti, stabilizzanti e plastificanti, come materia prima per la produzione di tensioattivi e come aromatizzante negli alimenti.

Sali dell’acido miristico e esteri dell’acido miristico vengono usati nei cosmetici e nei prodotti per la cura del corpo, saponi e detergenti, prodotti per la cura dei capelli, per la cura delle unghie e per la rasatura

 

Autore: Chimicamo

Condividi il post su