Sostanze organiche volatili killer in casa
Mar02

Sostanze organiche volatili killer in casa

L’inquinamento è uno dei maggiori problemi della società contemporanea ma generalmente, a meno che non si abiti in luoghi vicini a industrie o a strade particolarmente trafficate, in casa ci si sente sicuri. Meno dibattuto è infatti l’inquinamento indoor ovvero della presenza di inquinanti chimici in ambienti confinati. Se si pensa che, a meno che non si lavori all’aperto, la gran parte del tempo viene trascorso in casa, uffici, scuole e luoghi di lavoro in genere si dovrebbe considerare i pericoli a cui si viene esposti a causa di questo tipo di inquinamento. Esso è dovuto principalmente alle sostanze organiche volatili (VOC) ovvero a quelle specie che presentano una elevata tensione di vapore evolvendo verso lo stato aeriforme. Queste sostanze possono avere effetti nocivi sulla salute in funzione del tempo di esposizione, della loro concentrazione e del tipo di composto. I prodotti organici, spesso contenenti VOC, sono ampiamente utilizzati nei prodotti che si usano in casa come pitture, vernici, cere, prodotti per la pulizia, deodoranti per ambienti, cosmetici, sgrassanti, colle, prodotti per la cura dei capelli, deodoranti, pesticidi, disinfettanti. Possono inoltre venire rilasciati da fumo di sigarette, muffe, pavimenti in vinile, moquette, oggetti in legno composito, stampanti e fotocopiatrici. I VOC possono provocare irritazioni alle vie respiratorie, lacrimazione, nausea, vomito, vertigini, emicrania e asma specie nei bambini, anziani e persone affette da particolari patologie. E’ comunque bene sottolineare che i test clinici sono stati effettuati sui singoli prodotti e non sulla combinazione di diverse sostanze. Tra le sostanze organiche volatili ve ne sono alcune che in aggiunta alle problematiche che possono provocare sono tossici e potenzialmente cancerogeni. benzene Liquido volatile incolore dall’odore dolciastro presente nei gas di scarico delle autovetture ed emesso nel fumo di sigaretta, incenso, vernici e colle. E’ una sostanza classificata come agente cancerogeno di tipo 1 ovvero sicuramente cancerogeno per l’uomo e può provocare leucemia formaldeide Liquido volatile dall’odore intenso viene usato come battericida sia per gli ambienti nella produzione di tessuti a livello industriale. Viene inoltre impiegata in molte resine utilizzate nella produzione di manufatti, rivestimenti e schiume isolanti che tendono nel tempo a rilasciare questo prodotto. Può provocare il cancro cloruro di metilene Ottimo solvente altamente volatile viene usato come propellente negli spray, come agente schiumogeno nel poliuretano espanso, nei prodotti per la rimozione di vernici e grasso. Test effettuati su animali dimostrano che un’esposizione cronica al cloruro di metilene porta a casi di cancro al polmone, fegato e pancreas percloroetilene Liquido incolore dall’odore di cloro viene usato per sgrassare i metalli e nel lavaggio a secco. Può essere rinvenuto nei capi lavati in lavanderia, nei lucidi da scarpe, negli inchiostri per stampanti...

Leggi tutto