Google+
ad uso ed abuso degli studenti...

Litio diisopropilammide
Gen06

Litio diisopropilammide

Il litio diisopropilammide noto come LDA è una base forte avente formula [(CH3)2CH]2NLi solubile in solventi non polari. Viene usata nell’ambito delle sintesi organiche per deprotonare gli acidi deboli; stante la sua struttura, dotata di ingombro sterico intorno all’atomo di azoto, il litio diisopropilammide è un debole nucleofilo pertanto viene adoperato per evitare reazioni indesiderate. Viene ottenuta solubilizzando la diisopropilammina in tetraidrofurano e trattando la soluzione con n-butillitio secondo la reazione acido base con una costante di equilibrio dell’ordine di 1015: [(CH3)2CH]2NH + CH3(CH2)3Li → [(CH3)2CH]2NLi + CH3(CH2)2CH3 Il litio diisopropilammide, per la sua basicità, viene utilizzato in particolare per spostare a destra l’equilibrio tra chetone e enolato. Infatti facendo reagire un chetone con α-idrogeni con una base forte come NaOH esso risulterà solo parzialmente enolizzato mentre se viene fatto reagire con LDA il prodotto è costituito essenzialmente da enolo. Nelle reazioni di enolizzazione il litio diisopropilammide agisce selettivamente nella rimozione del protone: ad esempio nel caso di un chetone come il 3-metil, butan-2-one, l’LDA rimuove l’idrogeno dal carbonio meno sostituito ovvero che ha il maggior numero di atomi di idrogeno: Un esempio è costituito dal 2-metilcicloesanone: Esso presenta due atomi di carbonio in α al carbonile di cui uno è legato a due atomi di idrogeno e l’altro è legato ad uno solo e quindi si possono ottenere due prodotti di reazione a seconda dell’idrogeno che viene allontanato dalla base. Questo tipo di reazione è regolato da un fattore cinetico e da un fattore termodinamico infatti riportando in grafico l’energia in funzione della coordinata di reazione si formano due intermedi: uno dei due ha un’energia di attivazione minore e si forma più velocemente e il prodotto è detto prodotto cinetico. L’altro intermedio ha un’energia cinetica maggiore quindi si forma più lentamente e il prodotto, detto prodotto termodinamico ha una maggiore stabilità Quando il 2-metilcicloesanone viene trattato in ambiente basico si può ottenere il prodotto A che è il prodotto cinetico in quanto l’allontanamento del protone meno impedito avviene in modo più rapido mentre il prodotto B è quello termodinamico che ha una maggiore stabilità in quanto l’enolato formatosi presenta un doppio legame più sostituito. Nel caso della reazione del 2-metilcicloesanone con una base si possono quindi ottenere sia il prodotto A che il prodotto B.  Il prodotto A costituisce quello ottenuto secondo il controllo cinetico in quanto la base estrae più rapidamente l’idrogeno meno impedito mentre il prodotto B è quello ottenuto secondo il controllo termodinamico che è il più stabile. In presenza di una base debole come la trietilammina si ottiene circa l’80% di composto B in quanto il prodotto derivante dall’allontanamento dell’idrogeno meno impedito è in...

Leggi tutto